Home Notizie di intrattenimento horror Pat Mills e Alyson Richards ci portano all'interno di 'The Retreat' Horror/Thriller

Pat Mills e Alyson Richards ci portano all'interno di 'The Retreat' Horror/Thriller

by Waylon Giordania
The Retreat

The Retreat uscirà nei cinema e in video on demand il 21 maggio 2021. Il film racconta la storia di una coppia lesbica la cui relazione è in crisi che si reca in una capanna nei boschi per un ritiro pre-matrimonio solo per finire per combattere per sopravvivere quando un gruppo di assassini militanti inizia a dar loro la caccia.

iHorror ha avuto l'opportunità di incontrare la scrittrice Alyson Richards e il regista Pat Mills per discutere del film, ed erano fin troppo felici di portarci dietro le quinte del loro lungometraggio.

Per Richards, sembra la storia per The Retreat è cresciuta direttamente dalla vita reale in un certo senso dopo aver fatto un viaggio con sua moglie in una capanna nel bosco.

"Ci siamo alzati lassù ed era tutto bellissimo", ha esordito. “Non abbiamo mai visto il nostro ospite, ma ci siamo sentiti costantemente osservati. Andavamo a fare delle passeggiate e tornavamo e c'era un set di asciugamani fresco e piccoli appunti in giro. È diventato un po' snervante. C'era questa idea che chiaramente ci fosse qualcuno qui e ci guardasse. Non li vediamo. Come donne e come donne queer, ho cominciato a diventare paranoica. Cioè, chi sono queste persone? Gli piacciamo? Non gli piacciamo? Poi la mia immaginazione ha iniziato a girare e da lì è nata l'idea".

Richards e Mills volevano creare un film dell'orrore insieme da molto tempo, quindi è stato un gioco da ragazzi per il regista quando gli ha parlato della sua idea. Hanno iniziato a esplorare i luoghi anche mentre lo scrittore stava lavorando alla sceneggiatura e hanno usato ciò che hanno trovato per informare i momenti all'interno della storia.

In un certo senso, erano elementi di reverse engineering della storia, un approccio che nessuno dei due aveva mai fatto prima, ma che sembrava funzionare per il film. Tuttavia, non è stata l'unica cosa che ha attirato Mills nella storia.

"Una delle cose a cui ho davvero risposto e verso cui sono stato attratto è che queste due donne gay non si rivoltano l'una contro l'altra e si aiutano davvero a vicenda", ha detto. “Purtroppo, nel genere horror, vediamo molto il contrario. A partire dal Basic Instinct a High Tension—questi sono riferimenti più vecchi—i personaggi si rivoltano l'uno contro l'altro e io dico, 'Ecco come sono le persone gay.' Entriamo in un ambiente che fa paura e dobbiamo fare affidamento e aiutarci a vicenda a sopravvivere".

Il film è una corsa intensa con un cast di talento tra cui Sarah Allen (la Distesa) e Tommie-Amber Pirie (menti parallele) come la coppia centrale e Aaron Ashmore (Locke e Key) come l'uomo responsabile del gruppo che li sta dando la caccia.

"Sono tutti così bravi nel film", ha detto Mills. “Alyson e io volevamo che le interpretazioni nel film fossero davvero radicate. Nessuno si sente troppo grande o troppo piccolo. Sembra davvero giusto al giusto livello. Soprattutto con Tommie e Sarah come relazione centrale, abbiamo davvero adorato la loro chimica. Si sentivano davvero come una coppia che era importante per noi".

Con un grande cast bloccato, la troupe ha dovuto solo finalizzare le location. Sfortunatamente, non è stato un processo così fluido come avrebbero voluto. Mills aveva già elaborato la sua lista di riprese e il loro direttore della fotografia aveva in programma la loro cabina, solo che sarebbe fallita poco più di 24 ore prima dell'inizio delle riprese. Li ha costretti a diventare creativi e alla fine sono stati ancora più contenti di dove sono atterrati di quanto non pensassero che sarebbero stati con la posizione originale.

Fu allora che il tempo a The Retreat anche deciso di dare una svolta.

"La cosa veramente interessante è che prendi tutte queste decisioni quando stai facendo un film, ma alla fine sei una vittima dell'ambiente", ha sottolineato il regista. “Abbiamo stabilito questo clima autunnale e poi a metà del film ha nevicato. Spazzavamo via la neve e poi facevamo questi primi piani perché non potevamo mostrare l'ambiente perché sembrava un Bing Crosby Bianco Natale situazione. Per fortuna, è il genere horror e se sembra claustrofobico allora forse va bene, ma avevo pianificato tutte queste inquadrature larghe".

E ora, dopo tutto il loro lavoro, il film si sta finalmente facendo strada davanti a un pubblico, un momento emozionante sia per Mills che per Richards poiché non sono stati in grado di ospitare proiezioni con il pubblico a causa delle restrizioni di Covid-19.

"È divertente, qualcuno mi ha chiesto in un'intervista ieri, 'Come facevi a sapere quando funzionava?'", ha detto Richards con una risata. “Ero tipo, proprio ora. Lo stai dicendo. A parte mia moglie pensa che sia fantastico. Sì, penso che sia una sfida in questo momento. Stiamo iniziando a vedere alcune recensioni positive, quindi è stato gratificante.”

The Retreat è disponibile per il noleggio su Amazon Prime, Vudu, AppleTV+ e Fandango Now. Guarda il trailer e facci sapere se hai visto il film nei commenti qui sotto!

Post correlati

Translate »